TESI 1D ES (1993)

TESI 1D ES

Progetto: Pier Luigi Marconi.
Presentazione: Salone di Colonia 1992.
Prezzo:  47.120.000 lire.

Motore: il propulsore è quello della Ducati 851, eccetto per la cilindrata (aumentata a 904) e l'albero motore. Bicilindrico a V 90° longitudinale. La potenza sale a 117 Cv a 9.000 giri. Distribuzione bialbero, quattro valvole per cilindro. Alimentazione a iniezione. Raffreddamento a liquido. Frizione multidisco a secco. Cambio a sei rapporti. In sostituzione dell'originario sistema di iniezione Weber-Marelli viene impiegato il sistema elettronico integrato Bimota-TDD (più leggero e compatto). Il sistema è completato da un controllo diagnostico in tempo reale e modifica secondo le necessità la mappatura dell'iniezione e dell'accensione durante il funzionamento. Lo scarico prevede anche una sonda bimetallica per controllare la temperatura dei gas e regolare il quantitativo di carburante da iniettare. Gli scarichi sono in fibra di carbonio.

Telaio: il telaio è il medesimo della serie di Tesi precedenti, diversi sono invece i forcelloni. Sia quello anteriore sia quello posteriore sono in avional e ricavati dal pieno (nella Tesi SR sono estrusi e in anticorodal). I cuscinetti sono ora precaricati da una molla a tazza. Gli ammortizzatori sono nuovi, della Ohlins. Le ruote hanno i cerchi componibili, gli stessi della YB8 Furano con le razze in fusione e il cerchio in lega leggera. Al contrario delle serie precedenti le spie non si trovano più sul serbatoio ma sopra al cruscotto, nella parte interna del cupolino. Peso a secco 185 Kg. 

Colorazione: unica, bianca e rossa. Cerchi, alluminio lucidato con le razze rosse. 

Prestazioni: la Tesi 1D ES è stata provata dalle riviste specializzate ma senza rilevarne le prestazioni.

Produzione: la Tesi 1D ES è stata prodotta in una serie limitata di soli 50 esemplari.

Catalogo Ricambi

Come consultare il manuale.
Clicca sul bottone sottostante e si aprirà una nuova finestra con il manuale sfogliabile, in alto a destra le frecce permettono l'ingrandimento e poi è possibile spostarsi sul contenuto delle pagine muovendosi con il mouse.

SFOGLIA IL MANUALE