TESI 1D 904 (1991-1992)

TESI 1D 904

Progetto: Pier Luigi Marconi.
Presentazione: nessuna presentazione ufficiale.
Prezzo:  44.170.000 lire.

Motore: il propulsore è quello della Ducati 851, eccetto per la cilindrata (aumentata a 904) e l'albero motore. Bicilindrico a V 90° longitudinale. La potenza sale a 113 Cv a 8.500 giri. Distribuzione bialbero, quattro valvole per cilindro. Alimentazione a iniezione. Raffreddamento a liquido. Frizione multidisco a secco. Cambio a sei rapporti. La centralina dell'iniezione Weber si trova dietro la sella.

Telaio: il telaio è costituito da una coppia di piastre a forma di boomerang rovesciato che fasciano lateralmente il motore. Sono realizzate in lega di alluminio e ricavate dal pieno. Alle estremità del motore sono incernierati i forcelloni oscillanti, realizzati in lega anticorodal. Il forcellone anteriore estruso e saldato, con una escursione di 80 mm. Il forcellone posteriore ha una escursione di 120 mm. Nella parte superiore si trova una struttura a traliccio in tubi tondi per sorreggere la sella. Lo sterzo, attraverso opportuni rinvii, con un comando meccanico prende il moto dalla semplice articolazione alloggiata all'interno del mozzo, consentendo una sterzata di 30°. Il freno anteriore è un doppio disco flottante Brembo da 320 mm. Il freno posteriore è un disco fisso Brembo da 230 mm. La strumentazione è digitale a cristalli liquidi. Sulla parte anteriore del serbatoio si trovano le spie di segnalazione. Peso a secco 188 Kg.

Colorazione: unica, identica a quella della Tesi 1D, eccetto per le lettere “SR” inserite della “D” della scritta “Tesi 1D”.

Prestazioni: dalle riviste specializzate è stata rilevata una velocità massima di 248.8 Km/h e una accelerazione sul quarto di miglio di 10.9 secondi. Peso rilevato a secco 201 Kg.>

Produzione: la Tesi 1D 904 è stata prodotta per un totale di 20 esemplari.

Catalogo Ricambi

Come consultare il manuale.
Clicca sul bottone sottostante e si aprirà una nuova finestra con il manuale sfogliabile, in alto a destra le frecce permettono l'ingrandimento e poi è possibile spostarsi sul contenuto delle pagine muovendosi con il mouse.

SFOGLIA IL MANUALE