DB1 S (1986-1987)

DB1 S

Progetto: Federico Martini.
Presentazione: Salone di Colonia 1986.
Prezzo:  16.930.000 lire.

Motore: il propulsore è quello delle Ducati Pantah 750, bicilindrico a L longitudinale a 90°. Cilindrata esatta 748 cc. Potenza massima 69 Cv a 8.000 giri. Coppia massima 6.7 Kgm a 7.000 giri. Distribuzione monoalbero in testa, con comando desmodronico. Rapporto di compressione 9.6:1. Raffreddamento ad aria. Alimentazione tramite due carburatori Dell'Orto PHF  40 (36 per la DB1). Frizione multidisco a secco. Cambio a cinque rapporti. Rispetto alla DB1 lo scarico della Conti è più aperto.

Telaio: il telaio è costituito da un traliccio portante in tubi di acciaio al cromomolibdeno. La struttura prevede un traliccio superiore con motore appeso. Il forcellone è in acciaio in lamiera scatolata e saldata. È infulcrato direttamente sul motore per avvicinare al massimo l'asse del forcellone con quello del pignone per ridurre le sollecitazioni alla catena. Le due basi dello sterzo sono originali Bimota e stampate a caldo in avional 14 così come le pedane, le leve e i manubri. Lavorate dal pieno sono invece le piastre portapedane. I serbatoi per l'olio dei comandi del freno anteriore e della frizione contenuti sopra agli steli della forcella. Il comando dello starter si trova al centro della piastra dello sterzo. La sospensione anteriore è una Marzocchi M1 “monomolla” con steli da 42 mm e antidive a regolazione esterna. L'unica molla si trova in uno stelo, l'altro comprende il circuito idraulico. La sospensione posteriore ha un mono ammortizzatore Marzocchi regolabile. Il freno anteriore è un doppio disco flottante Brembo da 280 mm, con pinze Serie Oro a quattro pistoncini. Il freno posteriore è un disco Brembo flottante da 260 mm. I cerchi sono Bimota, scomponibili, in alluminio stampato e rivettati. Sono colorati con vernice ipossidica nera. Le ruote sono da 16”. Il serbatoio è in polietilene reticolato. Carrozzeria in vetroresina. Peso a secco 160 Kg.

Colorazione: è la stessa della DB1. Compare la “S” sulla carena, bianca con fasce tricolori.

Prestazioni: nessuna rivista specializzata ha provato la DB1 S.

Produzione: la DB1 S è stata prodotta in 63 esemplari.

Catalogo Ricambi

Come consultare il manuale.
Clicca sul bottone sottostante e si aprirà una nuova finestra con il manuale sfogliabile, in alto a destra le frecce permettono l'ingrandimento e poi è possibile spostarsi sul contenuto delle pagine muovendosi con il mouse.

SFOGLIA IL MANUALE